Traghetto da Chalki per Kasos

La rotta Chalki Kasos collega il Dodecaneso con il Dodecaneso. Al momento, esiste solo una compagnia di navigazione che opera questo servizio: Anek Lines. La corsa viene effettuata fino a 3 volte con un servizio a settimana di una durata di circa 5 ore e 10 minuti.

La durata di navigazione della rotta Chalki Kasos e la frequenza possono variare a seconda della stagionalità. Pertanto, consigliamo di effettuare una ricerca in tempo reale per ottenere informazioni aggiornate.

Dettagli rotta e porto

Chalki - Kasos Operatori navali

  • Anek Lines
    • 3 itinerari settimanali 5 ore 10 min
    • Ricerca tariffa

Chalki Guida

Chalki è un'isola greca situata nell'arcipelago del Dodecanneso nel Mar Egeo ed è la più piccola isola abitata delle isole del Dodecaneso. L'isola si trova a circa 6 km ad ovest di Rodi. Ha conservato molto del suo fascino naturale in quanto non si è sviluppata molto come destinazione turistica. Le bellezze architettoniche dell’isola e le rilassanti spiagge ne fanno una meta ideale per i viaggiatori in cerca di pace e privacy. Poche sono le spiagge di Halki organizzate e accessibili a piedi o in autobus. Il resto delle spiagge dell'isola sono completamente isolata.
Nel centro dell'isola c’è un villaggio abbandonato dominato da un castello medievale. Il villaggio è stato abbandonato con l’attacco dei pirati nel Mar Egeo e la gente ha iniziato a muoversi intorno al porto.
L'isola è collegata con i traghetti convenzionali e aliscafi per il porto del Pireo e il resto delle isole del Dodecaneso. E' anche possibile prendere un traghetto per le isole Cicladi e Creta, da altri porti.

Kasos Guida

Kasos è l'isola più a sud del isole del Dodecaneso. L'isola ha una storia antica e molti punti in comune con la vicina Creta. I Fenici sono considerati i primi abitanti, mentre Omero include Kasos nella lista di isole che ha partecipato alla guerra di Troia. Nonostante le dimensioni ridotte, l'isola ha avuto una grande importanza navale e commerciale, con la sua flotta partecipo alla rivoluzione del 1821, che costò la sua completa distruzione da parte dei Turchi nel 1824. La sua storia poi è identico con il resto di isole del Dodecaneso, fino all'unificazione con la Grecia continentale nel 1948. Molti abitanti di Kasos, così come Karpathos, sono emigrati in America e in Egitto, dove la costruzione del Canale di Suez a metà del XIX secolo.

Kasos è raggiungibile in traghetto dal Pireo, Creta (Sitia, Aghios Nikolaos), Rodi, Karpathos e Halki.