Traghetti Alicudi Filicudi

La rotta Alicudi Filicudi collega le Isole Eolie con le Isole Eolie. Al momento, esiste solo una compagnia di navigazione che opera questo servizio: Liberty Lines Fast Ferries. La corsa viene effettuata fino a 28 volte con un servizio a settimana di una durata di circa 25 minuti.

La durata di navigazione della rotta Alicudi Filicudi e la frequenza possono variare a seconda della stagionalità. Pertanto, consigliamo di effettuare una ricerca in tempo reale per ottenere informazioni aggiornate.

Alicudi - Filicudi Operatori navali

  • Liberty Lines Fast Ferries
    • 4 itinerari giornalieri 25 min
    • Ricerca tariffa

Tariffe medie Alicudi Filicudi

Le tariffe visualizzate rappresentano il prezzo medio, di sola andata, pagato dai nostri clienti. La prenotazione più comune sulla rotta Alicudi Filicudi è con un auto e 1 passeggero.

Alicudi Guida

Alicudi è la più occidentale delle otto isole che compongono l'arcipelago delle Eolie, una catena di isole di origine vulcanica a nord della Sicilia. L'isola si trova a circa 40 km ad ovest di Lipari e ha una superficie totale di 5,2 km2. Oggi ci sono circa 120 abitanti che per lo più vivono di pesca, o della agricoltura che si svolge sull'isola. C'è solo un ristorante sull'isola e il menu dipende in gran parte da ciò che i pescatori locali hanno catturato, o ciò dal cibo che viene portato dall’aliscafo.
E’ possibile raggiungere l'isola di Alicudi in aliscafo o in traghetto da Palermo, Milazzo, Messina, Reggio Calabria e Napoli. Il porto principale di partenza per le Isole Eolie, e quindi anche per Alicudi, è la città di Milazzo, in provincia di Messina in Sicilia. Traghetti e aliscafi partono tutti i giorni, tutto l'anno, tempo permettendo. Alicudi è la più lontana Isole Eolie da Milazzo (circa 53 miglia nautiche) e la tratta dura circa 3 ore in aliscafo, con fermate presso le isole vicine di Vulcano, Lipari, Salina e Filicudi.

Filicudi Guida

Filicudi è un'isola delle Eolie situate al largo della costa nord-orientale della Sicilia, ed è ben nota in particolare per la pesca subacquea. Gran parte dell'isola è ormai designato come 'Riserva Naturale dell'Isola di Filicudi'. L'isola vulcanica è composta da diversi strati di lava, la più antica delle quali è situato nel mare di fronte a 'Fili di Sciacca' mentre lo strato più grande e più antica è la cosiddetta 'Fossa delle Felci' e il più recente è quella di 'Montagnola'. Le pendici dell'isola sono per lo più ripida e rocciosa, con le case raggruppate intorno al "Porto Pecorini" e soprattutto "Valdichiesa," dove si può vedere la chiesa di Santo Stefano, il santo patrono dell'isola. Le "costole" di Filicudi sono coperte da boschi che si estendono fino al mare, alternati a valli strette e ripide scogliere, come il "Giafante" e "Punta Zotta", e le grotte scavate dal mare. A nord dell'isola c'è la spettacolare "Punta Zucco Grande" (con dieci strati di lava),la parte orientale dell'isola è invece un ambiente meno aspro. I più bei paesaggi qui sono la "Punta Perciato" e i massi giganti delle "Scogliere del 'Sciara'", che sono pareti verticali a picco sul mare.