Traghetti Trapani Pantelleria

La rotta Trapani Pantelleria collega la Sicilia con Isola di Pantelleria ed al momento è gestita da 2 compagnie di navigazione. L'operatore Liberty Lines Fast Ferries offre collegamenti 6 volte a settimana con corse di una durata di circa 2 ore e 10 minuti mentre Il servizio Siremar viene offerto fino a 7 volte a settimana, con una durata di circa 7 ore 30 min.

Pertanto, il servizio offerto è di 13 corse settimana per la rotta Trapani Pantelleria tra la Sicilia e Isola di Pantelleria. Confronta subito ed ottieni la migliore tariffa per il periodo in cui desideri viaggiare.

Trapani - Pantelleria Operatori navali

Tariffe medie Trapani Pantelleria

Le tariffe visualizzate rappresentano il prezzo medio, di sola andata, pagato dai nostri clienti. La prenotazione più comune sulla rotta Trapani Pantelleria è con un auto e 1 passeggero.

Guida di Trapani

Trapani è una città di quasi 69.000 abitanti, posizionata nella parte più ad ovest della Sicilia, a circa 100 km da Palermo. La sua posizione la rende il principale porto di partenza per le isole Egadi e per Pantelleria. In parte collegata all’importanza portuale è la sua rilevanza dal punto di vista turistico, che ne fa una meta molto visitata da turisti Italiani ed esteri. Le cose da fare e vedere a Trapani sono tante, soprattutto durante i mesi estivi, periodo in cui la città si popola di visitatori. Il centro storico, con un’ampia area pedonale, è un posto ideale per passeggiare, vedere negozi e trovare ristoranti con menù a base di pesce. Trapani e la zone circostanti sono inoltre tra le più apprezzate dagli amanti del mare, con alcune delle più delle spiagge della Sicilia. Da Trapani partono navi e aliscafi per Favignana, Levanzo, Marettimo e Pantelleria.

Guida di Pantelleria

A sud della punta più occidentale della Sicilia, e più vicina all'Africa che all'Europa, si trova la "perla nera del Mediterraneo", l'isola vulcanica di Pantelleria. La più grande di tutte le isole siciliane designata come trampolino di lancio per l'invasione araba nell' 8 ° secolo dC e il suo nome deriva dall'arabo "al-Bint Rion" che significa "Figlia del Vento". L'interno dell'isola è caratterizzato da muri in pietra lavica, diversi picchi vulcanici e sparsi Dammusi, queste case, costruite in pietra lavica locale, hanno tetti a cupola, che, grazie alla loro forma, funzionano anche come un mezzo per la raccolta dell'acqua piovana. Le spesse pareti mantengono il fresco d'estate e forniscono calore. Essendo solo a un piano, e grazie al loro colore, i Dammusi si fondono nella campagna circostante, praticamente senza alterare il paesaggio circostante. Da Pantelleria ci sono collegamenti per Trapani e Mazara del Vallo.