Traghetti Ancona Corfù

La rotta Ancona Corfù collega l'Italia con le Isole Ionie ed al momento è gestita da 2 compagnie di navigazione. L'operatore Minoan Lines offre collegamenti 2 volte a settimana con corse di una durata di circa 17 ore mentre Il servizio Anek Superfast viene offerto fino a 2 volte a settimana, con una durata di circa 15 ore.

Pertanto, il servizio offerto è di 4 corse settimana per la rotta Ancona Corfù tra l'Italia e le Isole Ionie. Confronta subito ed ottieni la migliore tariffa per il periodo in cui desideri viaggiare.

Ancona - Corfù Operatori navali

  • Minoan Lines
    • 2 itinerari settimanali 17 ore
    • Ricerca tariffa
  • Anek Superfast
    • 2 itinerari settimanali 15 ore
    • Ricerca tariffa

Tariffe medie Ancona Corfù

Le tariffe visualizzate rappresentano il prezzo medio, di sola andata, pagato dai nostri clienti. La prenotazione più comune sulla rotta Ancona Corfù è con un auto e 2 passeggeri.

Guida di Ancona

La città di Ancona ha uno dei maggiori porti sul mare Adriatico ed è posizionata sull’omonimo golfo, a circa 370 km da Venezia e 466 Km da Bari, altri due tra i più importanti scali della costa orientale italiana.

Un giro turistico di Ancona può regalare tante soddisfazioni, la città è ricca di attrattive. Piazza del Plebiscito è sicuramente una tappa che non può mancare, qui si trovano il Palazzo del governo, la torre civica con l’orologio e diversi palazzi antichi. La Mole Vanvitelliana è un altro dei capolavori architettonici di Ancona che meritano una visita: un edificio esagonale con piazza interna costruito su un’isola artificiale. Chi visita il Duomo di San Ciriaco, infine, potrà ammirare sia alba che tramonto sul mare; Ancona è l’unica città Italiana da cui è possibile.

Dal porto di Ancona partono traghetti diretti verso Spalato, Stari Grad, Durazzo, Patrasso, Igoumenitsa, Venezia, Zara e Corfù.

Guida di Corfù

L'isola greca di Corfù si trova appena al largo della costa occidentale della Grecia. L'isola gode di un clima mite mediterraneo, con eccellenti spiagge che la rende una destinazione popolare per i turisti. Corfù è molto verde rispetto alle altre isole greche con estati calde e secche, con piogge invernali che contribuiscono a creare una vegetazione lussureggiante che è dominato da oltre 2 milioni di alberi di ulivo. Corfù, a differenza del resto della Grecia, non è mai caduto sotto l'oppressione ottomana. A causa delle successive dominazioni dei veneziani, i francesi e gli inglesi nel corso dei secoli, l'isola è diventata prevalentemente nell'ambito del ovest piuttosto il mondo levantino. Le loro culture hanno lasciato una forte influenza sulla città.

Il centro storico di Corfù è ben conservato, ed è patrimonio mondiale dell'UNESCO. Palazzi, fortezze, austeri edifici pubblici del dominio veneziano si fondono in modo unico con i vicoli e piazzette appartate. Passeggiando attraverso un complesso di stradine acciottolate con scalinate e passaggi a volta, la cosiddetta "kantounia", vi farà sentire come se hai viaggiato a Genova o Napoli.

I servizi di traghetto dall'isola partono per destinazioni sulla Grecia continentale le vicine isole greche.